Risultati Assoluti Castiglione 2022 - AGIT

Vai ai contenuti

Risultati Assoluti Castiglione 2022


CASTIGLIONE DELLA PESCAIA
SESSANTUNESIMI CAMPIONATI ASSOLUTI 2022

La terza volta a Castiglione della Pescaia, per il campionato AGIT numero 61, ha confermato le positive sensazioni delle due edizioni precedenti. Un'ottantina i partecipanti, a dimostrare che la nostra associazione è ancora viva più che mai nonostante i condizionamenti e le interruzioni  imposti dal Covid. Spirito di amicizia addirittura rinsaldato dalla discontinuità, clima molto positivo, non soltanto per il sereno ben poco variabile che ha consentito di contenere le gare nei quattro giorni previsti.

E'  forzatamente rimasto poco spazio per le attività collaterali. E' stata comunque apprezzata la visita guidata alla città vecchia, e sono andati esauriti fin dalle prime ore del mattino i dieci ombrelloni garantiti per l'AGIT sulla splendida spiaggia 'La Valletta', a cento metri dai tennis.  Nel ristorante sul mare giocatore e accompagnatori hanno potuto rifocillarsi a  tra una gara e l'altra.
 
Sotto la regia del nostro consigliere professor Giancarlo Capecchi, poliedrico  anfitrione maremmano, l'accoglienza è stata generosa più che mai: non solo da parte delle autorità cittadine e provinciali. I soci del T.C. Castiglione e la maestra  Wanita Nesti si sono fatti da parte per tutta la settimana lasciandoci l'uso esclusivo e gratuito dei tre campi. E tutti hanno trovato in camera, all'hotel l'Approdo, un ricco assortimento di prodotti offerti da Conad, mentre al circolo i giocatori  avevano a disposizione l'acqua offerta da Pierini Bibite e i gelati forniti da Sammontana.

Abbiamo portato a termine ben dieci gare, cinque di singolare, cinque di doppio, oltre al doppio giallo. La scarsità di partecipanti giovani, problema atavico di ardua soluzione, ci ha costretto a rinunciare al doppio maschile. E' stato però faticosamente inaugurato il doppio femminile, cooptando l'infaticabile nostra fac-totum Mimma Mosca in luogo dell'infortunata Laura Saggio ed è stata inaugurata, dov'era possibile, la formula del round-robin, che ha consentito a tutti i partecipanti di giocare almeno due partite.

Le molte assenze, in gran parte giustificate, hanno un po' condizionato il livello tecnico delle gare. Ricordo, a titolo di raffronto, che proprio negli ultimi campionati a Castiglione disputammo addirittura una gara di terza categoria maschile con sei iscritti. Questa volta gli unici 'terza' Riccardo Ceccagnoli (3.3) e Delfino Giroldini (3.5) hanno prevalso nel loro tabellone con relativa facilità. Hanno invece faticato non poco a portare a casa ben due scudetti tricolori  Antonello Valentini (nel doppio Over 110 con Ceccagnoli e nel doppio Over 130 con Paolo Occhipinti) Guglielmo Nappi (nell' Over 50  e nel doppio misto con Romana Ranucci) e Eleonora Pellegrini (nel singolare e nel doppio femminile con Paola Occhipinti). Non sono comunque mancati, anche prima delle finali, incontri di qualità, grazie a prestazioni eccellenti di falsi n.c. come Giampaolo Gherarducci, Stefano Mosca, Ugo Cennamo, Nicola Occhipinti. Ricordo a questo proposito come sia possibile ai soci AGIT che lo desiderino, richiedere la tessera agonistica  della F.I.T. per iscriversi ai tornei ufficiali.
Foto di Felice Calabrò
Detto brevemente delle giornate, resta da accennare alle serate a cominciare da quella dell'assemblea, in cui è stato approvato il bilancio, povero ma per ora non preoccupante. Va comunque ribadito che non basterà a lungo la quota d'iscrizione di 20 euro per garantire la sopravvivenza dell'associazione. E' stata anche affacciata l'ipotesi di mantenere Castiglione della Pescaia quale sede fissa dei campionati, inserendo Roma e Milano per tornei  aggiuntivi  della durata di tre giorni. Si valuteranno  inoltre l'opportunità e le modalità di eventuale apertura  a tennisti professionalmente impegnati in attività di comunicazione anche se non iscritti all'albo dei giornalisti.

Quanto alla serata finale di premiazione: cena maremmana alla Fattoria La Principina con raffinato accompagnamento musicale di Nicola Occhipinti al piano elettrico. Coppe a tutti i vincitori e ai finalisti delle gare tecniche, del doppio giallo vinto da Josi Bar e Danilo Bona, e del primo, timido incontro di padel vinto da Benedetta Cosmi e Fabio Poloni. Coppa di riconoscenza a Giancarlo Capecchi, per l'enorme mole di lavoro di preparazione, e alla sindaca di Castiglione Elena Nappi che ha fatto omaggio a tutti delle magliette AGIT.

Dopo un affettuoso pensiero a  Giovanni Uggetti e  Paolo Pepino, recentemente scomparsi, Mauro Porcù ha consegnato a Piero Sessarego il premio (raffigurante una caravella in argento)  ispirato alla memoria di suo padre Stefano, che fu fondatore 61 anni fa  dell'AGIT con Giancarlo Zuccaro. Al presidente Paolo Occhipinti è stato fatto omaggio di un quadro del pittore locale Maurizio Nardini, mentre alle tre giocatrici del singolare femminile sono andati  capi d'abbigliamento offerti da Maria Pia Bontempi Di Gennaro.
Un grazie anche agli altri sponsor Estée Lauder, Nuova Solmine, Distilleria Nannoni e Banca Tema.

La presenza di tanti accompagnatori, famigliari o amici dei soci AGIT (sono pochi nella foto di gruppo di Felice Calabrò, ma erano tanti, vi assicuro) è un segnale positivo: significa che al di là del confronto sportivo l'AGIT garantisce una piacevole e spensierata vacanza in compagnia . Questo che era l'obiettivo dei fondatori sarà l'impegno per il futuro.
 
p.o.
Foto di Felice Calabrò
Copyright © 2010-2022 AGIT – Associazione Giornalisti Italiani Tennisti – P.I. 01237640998
Realizzazione a cura di Gianluca Scalisi
Torna ai contenuti