AGIT

Vai ai contenuti
IL TORNEO D'AUTUNNO
AL SOLE DI MILANO
Clima stupendo. E i nuovi arrivati sono fortissimi
Con le finali del 28 ottobre si è concluso a Milano, sui campi dello Sporting club Milano 2 ,  il Torneo d'autunno dell'AGIT, che ha visto la partecipazione di una trentina di giornalisti. Per i quattro giorni di gare, ma sarebbe meglio parlare di mattinate perchè l'orario era dalle nove all'una,  sono stati approntati  tre tabelloni di singolare maschile, (libero, over 50 e over 65)  un singolo femminile, un doppio over 120 e un doppio misto. Abbiamo potuto godere di un'ottobrata milanese assolutamente  eccezionale: quattro giorni di sole pieno, con temperature vicine ai 25 gradi.
Altrettanto eccezionale lo standing e l'ospitalità dello Sporting Milano 2.  Al Presidente, ai consiglieri, e al direttore Marco Gatti vanno non solo i ringraziamenti ma anche i complimenti più sinceri di noi tutti. Nel club, che oggi è forse il più bello della città, abbiamo potuto disporre gratuitamente di quattro campi in terra rossa perfettamente tenuti, e, a tariffa agevolata, dello splendido ristorante all'aperto che ha fatto da cornice anche al pranzo di premiazione.
    
I MONDIALI DEI GIORNALISTI
A CASA LJUBICIC
I Magnifici 7
Strana edizione dei Mondiali a Lussino: gli organizzatori, AITJ e Agenzia Certitudo, erano “assenti”. Sono stati i capitani delle varie nazioni ad attivarsi e, con l’aiuto dell’Accademia di Ljubicic (Ivan stesso e Dario Horwat), hanno preso in mano la situazione. Sono stati compilati due tabelloni maschili, Under e Over 60, uno femminile, uno di doppio maschile ed uno di doppio misto. Bojan Clavic, sloveno, si è sobbarcato il ruolo di giudice arbitro e tutto è filato liscio, anche grazie al favore delle condizioni meteo e alla disponibilità di tutti i campi necessari. La nostra rappresentativa, composta da sette giocatori, si è comportata molto bene, aggiudicandosi l’oro nei due singolari maschili, con Andrea Galler tra gli Under 60 e Bratislav Janjic tra gli Over, l’argento nel doppio maschile, con la coppia Cavaliere-Galler, il bronzo tra gli Under 60, con Paolo Carta, e nel doppio con la coppia Janjic-Mosca.

I capitani si sono poi riuniti in assemblea e sono state prese delle decisioni importanti per il futuro. È stato formato un nuovo direttivo ed è stata annullata la collaborazione con l’Agenzia Certitudo.

I Mondiali 2023 si svolgeranno sempre a Lussino e l’organizzazione delle gare sarà svolta dall’ Accademia Ljubicic. In seno al nuovo direttivo sono stati già assegnati i ruoli principali e nei prossimi mesi verrà scelta la data. In ballottaggio ci sono due alternative: dal 17 al 23 di settembre o la prima settimana di ottobre.
Roberto Scaggiante
LA SETTIMANA
CRONACHE a cura di Dario Cavaliere

Lunedì 3 ottobre
Con il bilancio di tre vittorie due sconfitte ed in attesa che entrino in campo i grossi calibri, va in archivio la prima giornata.
Capitan Scaggiante, al rientro dopo un lungo infortunio, nulla ha potuto contro la testa di serie numero 2 del tabellone veterani; stessa sorte per Sciancalepore opposto al numero uno del tabellone under 60. Con Bata Janjic ed Andrea Galler che hanno usufruito di un bye come testa di serie principali, le note positive sono arrivate da Paolo Carta che ha battuto 6-0 6-1 lo slovacco Kittler, Stefano Mosca ha prevalso 6-2 6-0 contro l'ungherese Szentmartoni. Infine Cavaliere si è imposto contro il serbo Stefanovic cui va reso il merito,  alla veneranda età di 90 anni, di esser rimasto in campo più di un'ora senza sfigurare. Domani primo match per Galler contro Lanik e per Janic contro Petkovic. A seguire  nuovamente in campo Cavaliere e Mosca in un sanguinoso derby con Carta.

Martedì 4 ottobre
Giornata altalenante per i colori azzurri dell'Agit.
Nella sfida fratricida, Paolo Carta supera in due set Stefano Mosca e va in semifinale dove troverà Andrea Galler che ha vinto agilmente il turno odierno. Capitan Scaggiante  va avanti nel tabellone di consolazione, ma perde il doppio. Stessa sorte per Cavaliere che vede spegnersi la luce sul 4 a 2 a proprio favore e perde in 2 set. Nei doppi misti Carta e consorte perdono contro una coppia quotata; vittoria invece per Mosca-Lanzo che vanno così avanti. Lanzo uscita dal tabellone principale del singolo prosegue la corsa verso la "consolation cup". Infine il doppio Carta-Sciancalepore perde al tie break del terzo set un match che si è complicato inopinatamente.

Mercoledì 5 ottobre
Terza giornata dai toni nel complesso positivi per i colori azzurri dell'Agit.
Dal singolare maschile under 60 la sfida tutta italiana con in palio un posto in finale ha visto Andrea Galler imporsi 6-3 3-0 (ritiro) sul compagno di squadra Paolo Carta costretto a fermarsi per uno stiramento muscolare. L'ultimo ostacolo sulla strada della conquista del titolo sarà costituito dallo slovacco Uher. Nella Consolation Cup Capitan Scaggiante nulla può contro il forte Taub. Nel tabellone over 60 Bata Janjic approda in finale dove troverà il coriaceo Nonn. Nel doppio misto Mosca-Lanzo si vedono chiudere la strada dalla coppia Slovacca Kiss-Stajcova. Infine nel pomeriggio dedicato ai doppi Open, due coppie italiane in semifinale; Mosca-Janjic vincono in tranquillità 6-3 6-2 mentre Galler-Cavaliere hanno la meglio sulla coppia ungherese Nonn-Vasvari 6-3 7-5 con qualche patema di troppo nel secondo set.

Giovedì 6 ottobre
Prima giornata di finali a tinte decisamente tricolori.
Lanzo lotta a lungo ma perde 9 a 4 la finale di Consolation Cup contro la slovena Vipotnik, ma plauso per percorso fatto. Andrea Galler conquista il titolo under 60 battendo 6-2 6-2 il coriaceo slovacco Uher. Ciliegina sulla gustosa torta il passante lungolinea di diritto in corsa che ha chiuso l'incontro. Molto bello anche l'abbraccio finale fra i due avversari a testimoniare il clima che si è respirato nella settimana. Doppietta italiana nei singolari con Bata Janjic che si aggiudica la finale +60 con bella autorità. Vittoria 7 a 5 in recupero nel primo set contro il coriaceo ungherese Nonn, che poi si spegne e lascia via libera a "the Lion" che chiude con un 6-0 che non ammette repliche. Nel doppio open finale conquistata da Galler-Cavaliere che superano in 2 set la quotata coppia sloveno-polacca Glavic-Zolna per 6-3 6-4. Il sogno di una finale tutta italiana è però sfumato con la seconda semifinale persa da Janic-Mosca contro la coppia di "picchiatori" slovacchi formata da Uher-Kiss. Nel primo set giocato punto a punto; due palle del 5 pari fallite con il punteggio che Vira sul 6 a 4 a favore degli avversari. Secondo set ancor più equilibrato fino al 6 a 5 poi chiuderà Kiss in battuta. Finisce così 6-4 7-5 con gli italiani che salgono sul gradino più basso del podio.

Venerdì 7 ottobre
Tre finali nei 4 tabelloni principali, due titoli, una medaglia di argento, due di bronzo più la finale di Consolation cup femminile, sono il bilancio della spedizione italiana a questa edizione dei mondiali di tennis Aitj 2022.
Dopo i due titoli conquistati giovedì da Galler e Janjic nel singolare e la finale di Lanzo, venerdì è andato in scena il doppio che vedeva lo stesso Galler in coppia con Cavaliere opposti agli slovacchi Uher e Kiss. Diciamo subito che è mancata la vittoria con la coppia avversaria a prevalere 6-2 6-3; meno brillanti rispetto alla semifinale Galler-Cavaliere nel primo set sono rimasti in partita fino al 3-2 e poi un break ha spianato la strada agli slovacchi che hanno chiuso agevolmente 6-2. Più equilibrato il secondo set che vede le coppie sul tre pari con due palle break a favore degli Azzurri non sfruttate. Così si è passati al punteggio diametralmente opposto. Sotto 4 a 3, Cavaliere ha infilato un turno di servizio disastroso consentendo a Uher di chiudere 6-3. Come detto, l' edizione 2022 va in archivio con un bilancio più che lusinghiero per la gioia di Capitan Scaggiante.

    
Copyright © 2010-2022 AGIT – Associazione Giornalisti Italiani Tennisti – P.I. 01237640998
Realizzazione a cura di Gianluca Scalisi
Torna ai contenuti